Le mura che circondano Morat furono costruite in diverse fasi con dei materiali differenti come il tufo, la molassa e la ghiaia. I primi quindici strati sembrerebbero indicare che il borgo fosse in parte già fortificato nel 12esimo secolo, ma un testo degli archivi della città dice che fu re Corrado IV nel 1238 a domandare ai borghesi del luogo di erigere un muro di protezione alto dodici piedi. Con questo documento ufficiale il re prometteva inoltre di esentare questi cittadini dal pagamento delle imposte per quattro anni, in cambio della suddetta opera. Questa parte inferiore è edificata con ciottoli murati a spiga e coperti di malta. Circa un secolo dopo si aggiunse la sezione centrale con dei sassi di recupero, mentre il tratto superiore in molassa grigia lo si innalzò poco prima della battaglia (1476). La muraglia molto rovinata dall’attacco dei burgundi fu in seguito ristrutturata e completata con il cammino di ronda e il tetto.